Lettera pastorale di don Mirko
Oggetto: Lettera pastorale di don Mirko
Data invio: 2009-08-07 14:49:55
Invio #: 36
Contenuto:
Parrocchia di Spadarolo e Parrocchia di Vergiano
.
1

 

Iscrizione newsletter:Cari amici,

vi scrivo di getto queste righe prima di partire per l’Africa.

Mi vengono in mente tante cose da dirvi e spero di poter mettere in fila le idee in questa mia prima lettera di saluto a tutti voi.

La prima cosa che vorrei condividere è la profonda gioia per il dono della Fede. Ringrazio il Signore per questo dono che la mia famiglia e la Chiesa mi hanno trasmesso. Come ogni dono prezioso va conservato, curato, vorrei dire, custodito. Ho chiesto molte volte a Dio di donarmi più fede, non l’ho mai considerata scontata. L’ultima volta l’ho chiesta un mese e mezzo fa quando il Vescovo mi ha affidato la nostra comunità di Spadarolo – Vergiano.

Il ministero principale di un sacerdote diocesano è senz’altro quello di essere parroco ed esserlo significa essere guida, fratello e padre.

Di questo incarico sono felice ma anche, allora come oggi, forse un po’ “timoroso”. La mia età anagrafica (ho 34 anni) e quella sacerdotale (6 anni) in questo momento mi fanno sentire più un fratello per voi anche se sono convinto che il Signore mi donerà quella paternità di cui ogni cristiano ha bisogno nei confronti di un prete.

La seconda cosa che vorrei condividere è che ho potuto cominciare il mio ministero in mezzo a voi con un campo scuola coi ragazzi delle medie, dove mi sono sentito veramente a casa. I sorrisi, la simpatia, un’accoglienza autentica ho sperimentato sia coi ragazzi che con gli educatori e le cuoche. Sono profondamente convinto che la Chiesa vive e cresce in maniera proporzionale alle qualità delle sue relazioni. E’ la cosa che più ho curato nei miei 5 anni di ministero a Santarcangelo come Vicario parrocchiale: nei sacramenti, nella direzione spirituale e nell’amicizia. Spero di poter instaurare al più presto anche con voi rapporti autentici e sinceri sia dal punto di vista umano che spirituale (il Signore Gesù ci insegna che sono poi la stessa cosa).

La terza cosa bella che il Signore mi dona in questo momento è il viaggio in Kenia con i ragazzi di Santarcangelo. E’ un esperienza che abbiamo cominciato a preparare circa un anno fa e mi è sembrato giusto essere presente insieme a loro nell’ultima tappa del nostro cammino insieme; un’opportunità di servizio e condivisione in una missione comboniana nella periferia di Nairobi.

Un prete è prete per tutti e credo che siano molte le attenzione che egli debba avere. Una di queste è per i nostri giovani. Le loro potenzialità sono enormi e il loro cuore è generoso e in un mondo pieno di chances  ma anche di falsi maestri, la Chiesa ha da proporgli l’unico vero maestro di vita: Cristo.

Spero di incontrare presto i giovani delle nostre comunità e di essere per loro un buon prete.

L’ultima cosa che vorrei dire è un grazie sincero a Don Paolo. Lo ringrazio per quello che ha fatto e soprattutto per quello che è stato per voi. Sono tante le cose che vedo e che sento che mi testimoniano che ha guidato bene per tanti anni, questa comunità. Lo voglio ringraziare anche per il tempo che mi ha dedicato per “introdurmi” alla vita da parroco. Tempo di cui approfitterò ancora ogni qual volta mi troverò in difficoltà.

Al mio ritorno dal Kenia, a Dio piacendo, vivremo insieme due momenti belli: la Festa dei nonni e la festa della Madonna della Neve. Saranno occasioni preziose per me per stabilire un contatto sempre maggiore con molti di voi.

Vi chiedo di pregare per me e di avere pazienza e bontà nei miei confronti.

Anch’io pregherò per voi e ora di cuore vi benedico.

Don Mirko


E' possibile  anche leggere la lettera e lasciare eventuali commenti su:
http://www.parrocchiespadarolovergiano.org/sito/
La segreteria parrocchiale
[SUBSCRIPTIONS]

 

1
.
Copyright © 2012 Parrocchia di Spadarolo e Vergiano. Tutti i diritti riservati. Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL. Login

Joomla - Realizzazione siti web